www.stone-ideas.com

Stone Stories: geologia, tecnica ed arte

(Giugno 2010) Un’ampia formazione professionale per l’industria delle pietre naturali la offre il centro di formazione Technical Vocational School of Higher Education in Torbali, vicino Izmir. Le materie trattate durante il corso biennale spaziano dalla geotecnica alla petrografia, fino alla lavorazione di blocchi e lastre.

Quì si offre un corso di studio generale e, di conseguenza, si coltiva anche un approccio artistico alla pietra: si trasmette l’arte del mosaico, la quale è stata sviluppata tanto tempo fa sulle sponde del mediterraneo ed ha avuto sempre un ruolo importante a Torbali, che è dai tempi antichi un centro dell’industria delle pietre.

Mentre la scuola in generale punta su conoscenze attuali e tecnica all’avanguardia, nel caso del mosaico si segue, invece, la tradizione: l’argomento trattato è in questo caso la creazione classica con le tessere colorate, toccando anche la combinazione con il vetro.

Ogni anno si accettano 55 studenti nuovi, i quali hanno, solitamente, un’età tra i 19 e i 22 anni. „L’anno scorso avevamo comunque anche 10 studenti più grandi di età, loro volevano ampliare e approfondire le conoscenze derivate dal lavoro quotidiano“, dice Altug Hasozbek, insegnante della scuola.

Oltre allo studio generale, la scuola, fondata nel 1993, si distingue per la combinazione di pratica e scienze. Per questo motivo è inserita nel contesto dell’Università Dokuz Eylül, ovvero nella facoltà di geoscienze. Hasozbek è, per questo motivo, collaboratore scentifico all’università.

Per gli studenti significa che nella scuola possono mettere subito in pratica la teoria studiata nei seminari universitari. A questo ci pensano anche i due stage di un mese e mezzo ciascuno. Il primo si svolge in un progetto geoscientifico fuori sul territorio. In questo caso si può trattare, per esempio, di trivellazioni alla scoperta di giacimenti e delle successive analisi dei campioni prelevati.

Il secondo stage si svolge in una ditta. In questo caso gli studenti hanno libera scelta e possono contemporaneamente fissare la loro futura specializzazione, per esempio esportazioni o anche mosaico.

La scuola dispone anche di una linea di lavorazione completa: Si possono segare blocchi in lastre o proseguire con la lavorazione delle ultime. In una specie di cantiere di marmo è disponibile anche la tecnologia moderna come CNC o la waterjet, così Hasozbek.

55 € per ogni semestre è la quota di adesione che devono pagare gli studenti stessi. Le altre spese sono a carico dello Stato. Le imprese del settore partecipano mandando degli operatori per convegni o fanno eseguire dei progetti dalla scuola o dall’Università. In questi progetti collaborano poi anche gli studenti.

Per quanto riguarda la geotecnica non si tratta esclusivamente delle faccende del settore del marmo, ma anche di questioni sulle falde acquifere o del suolo. In questi settori la scuola accetta ogni anno ulteriori 100 studenti ca. In totale c’è più richiesta dei posti disponibili. La selezione è basata su un sistema a punteggi generalmente in uso in Turchia.

Oltre all’indirizzo per il marmo, c’è anche il settore ceramica. Nella regione ci sono ricchi giacimenti di sostanze basi necessarie per l’industria delle ceramiche. Per il futuro si ha l’intenzione di inserire anche un indirizzo per la tecnologia del cemento.

Dokuz Eylül Üniversitesi (turco)

Altug Hasozbek (Mail)

Foto: Torbalı Meslek Yüksekokulu