www.stone-ideas.com

Architettura: monumentale con materiali di lusso

(Maggio 2012) Monumentale nel suo aspetto, equipaggiato con numerosi tipi di pietra naturale e nel suo complesso un aspetto di lusso, così è il nuovo centro congressi nella capitale uzbeca Taschkent. Il suo nome completo è „Palace of International Forums ‚Uzbekistan’“ (Palazzo dei Fori Internazionali ‚Uzbekistan’). Non si può fare a meno di notare che si vuole mostrare, con esso, l’autostima dell’ ex repubblica dell’Unione Sovietica e del suo governo attuale.

Il centro congressi è stato ultimato nell’ anno 2009 in occasione del 2200° compleanno di Tashkent. E’ situato sulla Piazza Amir Temur, dove si trova anche la statua a cavallo dell’ eroe nazionale dello stesso nome. Il tutto è stato un progetto gigantesco con soltanto circa mezz’anno di tempo di costruzione.

Determinante per l’aspetto degli interni sono i disegni geometrici della tipologia conosciuta dall’arte islamica. Questo genere di decorazioni era comunque conosciuto già molto prima nel regno dei Sassanidi del quale faceva parte anche l’Uzbekistan.

Sul pavimento della hall di ingresso si incontra, per la prima volta, la tipica stella ottagonale. Essa è stata inserita nel marmo tramite waterjet. Dei nastri in acciaio compongono le sue linie.

Lo stesso disegno si trova anche sul soffitto, qui ingrandito di molto.

Secondo la ditta tedesca KMD, la quale dirigeva i lavori degli interni, si trattava di 6500 m² di pavimentazione nella quale sono stati inseriti 800 stelle. In totale gli intarsi sono composti da 60.000 singoli elementi.

Lavori intarsiati impegnativi si trovano anche nelle altre stanze. Nella sala dei banchetti, per esempio, c’è un pavimento in parquet di legno scuro di Ebano, che viene attraversato da larghe striscie di marmo Arabescato Corchia. Contrariamente al marmo Sivec di un bianco quasi puro, questa pietra porta delle forti venature scure.

Ulteriori tipi di pietra sono il marmo verde Irish Green o il Bardiglio Nuvolato con una struttura, appunto, nuvolata.

Sulle pareti esterne si è utilizzato il marmo bianco puro Thassos. Qui si trovano, dall’altra parte, dei motivi floreali, anch’essi trovati spesso nell’arte islamica.

Determinante per la decorazione degli interni sono anche i lampadari con i cristalli di Swarovski. Mentre un gruppo di architetti usbechi ha firmato per l’aspetto esterno, l’impresa tedesca Ippolito Fleitz Group ha preso come incarico la creazione degli interni. Una squadra completa di ditte provenienti da Germania, Italia, Spagna e Grecia è stata occupata con i lavori in pietra naturale.

Ippolito Fleitz Group

KMD Natursteine

Kuester Architecture

Foto: Zooey Braun