www.stone-ideas.com

Negli USA sono stati fissati degli standard sulla produzione sostenibile delle pietre naturali

Dall’inizio dell‘anno 2014 negli USA sono in vigore degli standard per la produzione eco sostenibile delle pietre naturali. Il loro titolo ufficiale è „ANSI/NSC 373“, queste sigle rappresentano alcune delle istituzioni coinvolte. Gli standard sono stati presentati al pubblico durante il congresso dell‘ American Institute of Architects a Chicago.

Con questo è già emerso a chi si rivolgono, cioé al consumatore, in questo caso all‘ architetto e al committente.

Con gli standard si mira a gestire la produzione e la lavorazione delle pietre naturali nonché le fasi intermediarie, come il trasporto o il stoccaggio con l’impatto minore possibile sia per l’ambiente che per i lavoratori sul posto di lavoro.

Gli standard sono un po‘ difficili da comprendere, perché non fissano in nessun modo per esempio quanta corrente può essere consumata in una cava o quanta acqua è concessa per il taglio dei blocchi grezzi. Questi tipi di parametri non sarebbero neanche possibili, perché le condizioni variano da cava a cava e da fabbrica a fabbrica, e devono essere valutate in modo differenziato.

Un obbiettivo degli standard è invece di far partire un processo. Questo processo inizia con il fatto che le imprese stesse diventano coscienti di quegli aspetti del loro lavoro che hanno un effetto sull‘ ambiente. Si tratta dello status quo che viene determinato con dati di misurazioni etc. Esiste anche l’opzione di dichiarare come il proprio status quo i dati di anni precedenti.

Oltre a questi dati, le ditte possono e devono formulare degli obbiettivi per miglioramenti, e in che modo si possono realizzare quest’ultimi.

I dati vengono consegnati a NSF International, un‘organizzazione che valuta i prodotti sulla base del loro impatto sull‘ ambiente e sulla salute. NSF International analizza i dati consegnati sulla base delle indicazioni dell’istituto statale American National Standards Institute (ANSI), li verifica successivamente sul posto nella cava o nella fabbrica assegnando poi infine dei punti.

Con questi punti la ditta viene classificata in un ranking: raggiungendo un livello minimo si ottiene lo standard bronzo, con dei valori migliori si sale dall‘ oro fino al platino.

 Il marchio „Genuine Stone“.Le imprese che hanno concluso questo processo con successo hanno il permesso di mettere il marchio protetto „Genuine Stone“ (nel rispettivo ranking raggiunto) sui propri prodotti, e di utilizzarlo per scopi promozionali.

Però: questo la ditta lo può fare soltanto per 3 anni. Dopo, bisogna fare una rivalutazione.

Inoltre: durante i 3 anni l’azienda non viene lasciata tranquilla. Infatti, il NSF International continua ad osservare se l’impresa si sta muovendo, nel frattempo, verso gli obbiettivi autodichiarati. Questo avviene normalmente tramite rapporto da parte dell’azienda, ma può essere svolto anche con una visita sul posto.

Il ritmo triennale dovrebbe creare anche una propria dinamica: visto che l‘impresa deve già farsi esaminare nuovamente dopo questo periodo di tempo, cercherà probabilmente anche di salire su un livello di ranking migliore, così si presume..

Nuovi grandi settori di criteri sono stati fissati per l’assegnazione degli standard. Vi sono, tra gli altri, acqua, energia, condizioni di lavoro, principi di corporate governance (dettagli vedi pdf per il download).

L’impegno è grande, per dirlo subito. In un video del Marble Institute of America (MIA) un’amministratore delegato di un’azienda rapporta che nel suo caso gli standard avrebbero avuto un costo di ca. 5000 US-$.

Le commissioni da versare a NSF International dipendono da fattori come dimensioni dell’impresa, tipo di attività o ranking ambito.

Bisogna porsi la domanda del perché il settore si sottopone ad un tale procedimento impegnativo, e addirittura perché il settore stesso ha speso per quasi 5 anni tanti soldi per elaborare gli standard e farli approvare ufficialmente da parte dello stato.

Il motivo sta nel potere che hanno i consumatori negli USA. Essi vogliono il meno possibile prodotti che danneggiano l’ambiente e le persone, questo sia a casa loro che eventualmente anche all‘ estero.

Ma non si tratta anche di un elemento di chiusura del mercato degli USA nei confronti di fornitori esteri?

Anche in futuro i prodotti possono essere forniti e venduti senza marchio negli USA. Diventerà però almeno dubbioso se essi potranno ancora raggiungere una clientela benestante.

Il Natural Stone Council ha gentilmente raccolto per noi degli statements di imprese degli USA e di rappresentanti del settore, che offriranno uno sguardo dall‘ interno del settore sugli standard. Nel nostro pdf ci sono anche i 9 settori dei parametri per cavatori e trasformatori indicati precedentemente (pdf).

StoneIdeas.com aveva inviato durante le ricerche anche una lunga lista di domande sui dettagli rivolta agli iniziatori negli USA. Noi mettiamo a disposizione domande e risposte in un download (pdf).

NSF International

Natural Stone Council

Nell’industria della ceramica si trattava, poco fa, di standard internazionali.    

(28.10.2014)