www.stone-ideas.com

Marsotto Edizioni, studio nendo: „Sorpresa, ironia e divertimento“ nel design di prodotto con pietre naturali

Marsotto Edizioni, Studio nendo: „Gap“.

Il pioniere per oggetti per la quotidianità in marmo ha mostrato durante la Settimana del Design di Milano la sua collezione „Light & Shadow“

„Sorpresa, ironia e divertimento“ così i coniugi e titolari Costanza Olfi e Mario Marsotto chiamano anche la loro collezione più recente presentata al pubblico in aprile durante la Settimana del Design a Milano. Questa volta avevano invitato lo studio giapponese Nendo e il suo designer Oki Sato a creare dei prodotti per vita quotidiana in marmo bianco e nero.

E i risultati erano anche questa volta, come di consueto per Marsotto Edizioni, molto divertenti. Anche se il nome della collezione, „Light & Shadow“ era piuttosto serio.

Aber schon am Eingang der Galerie Spazio Bigli unweit des Doms stieß der Besucher auf eine Überraschung: zu beiden Seiten des Eingangsportals wurden an der Wand die Namen der bisherigen Designer der Marsotto Edizioni genannt, auf der einen Seite jedoch spiegelverkehrt.Ma già all’ ingresso di Galerie Spazio Bigli nei pressi del Duomo il visitatore ha incontrato una sorpresa: su entrambi i lati del portale di ingresso erano nominati sulla parete i nome dei designer precedenti delle Marsotto Edizioni, da una parte però in modalità „a specchio”.

Ma già all’ ingresso di Galerie Spazio Bigli nei pressi del Duomo il visitatore ha incontrato una sorpresa: su entrambi i lati del portale di ingresso erano nominati sulla parete i nome dei designer precedenti delle Marsotto Edizioni, da una parte però in modalità „a specchio”.

Questo concetto è stato mantenuto in modo radicale e conseguente, e qualche visitatore ha abbassato la voce entrando nella galleria, avendo l’impressione di partecipare a una presentazione venerabile.

Marsotto Edizioni, Studio nendo: „Under Bowl“.Marsotto Edizioni, Studio nendo: „Under Bowl“.

Tuttavia c’era l’occasione per sorridere o addirittura ridere a voce alta, per esempio sul recipiente „Under Bowl“ e sulla perfezione artigianale con la quale viene stupito l’osservatore in questo caso.

Marsotto Edizioni, Studio nendo: „Under Vase“.Marsotto Edizioni, Studio nendo: „Under Vase“.

Oppure il vaso „Under Vase“. A differenza di „Under Bowl“, prodotto da un pezzo grezzo, questo oggetto è stato effettivamente realizzato da due elementi incollati.

Marsotto Edizioni, Studio nendo: „Gap“.

Ancora più divertente abbiamo trovato il modello „Gap“, utilizzabile in tanti modi, per esempio come panchina per leggere il giornale. L’utente può girarlo a suo piacimento.

L’azienda ricicla, a proposito, immediatamente un’altra volta lo scarto di produzione di questi pezzi di marmo, facendone per esempio dei porta biglietti. Foto: Peter Becker

L’azienda ricicla, a proposito, immediatamente un’altra volta lo scarto di produzione di questi pezzi di marmo, facendone per esempio dei porta biglietti. I matematici direbbero: il design della auto-similarità.

Marsotto Edizioni, Studio nendo: „Sway“.

Infine ancora i tavolini fuori squadra „Sway“, i quali, così ci sembra, si allungano e si alzano per essere presi sul serio.

Marsotto Edizioni, Studio nendo: „Split“.

Invece senza occhiolino, ma con un 100% di funzionalità, c’è il tavolo „Split“.

Marsotto Edizioni, Studio nendo: „Split“.

Le sue varianti possono essere combinate in tanti modi.

Caratteristico per le Marsotto Edizioni è, oltre allo humor e alla funzionalità, anche la limitazione a una sola superficie, cioè levigata.

Una parte del modello di business è la cooperazione tra l’impresa madre che vanta ormai più di 200 anni e l’affiliata di design: per Edizioni vengono tagliati le parti migliori dai blocchi, e il resto viene utilizzato nella lavorazione ordinaria.

Marsotto Edizioni, Studio nendo: „Gap“.

Questo metodo permette, dall’altra parte, di realizzare delle creazioni particolari in pietra, per le quali i clienti facoltosi spendono volentieri.

Marsotto Edizioni

Studio nendo

Foto: Marsotto Edizioni

Marsotto Edizioni, Studio nendo: „Spehre“.Marsotto Edizioni, Studio nendo: „Cone“.Oki Sato, Studio nendo.

See also:

 

 

 

 

(09.06.2016)