www.stone-ideas.com

Fiera STONE 2016 a Poznań – Per quale motivo?

Stone Fair Poznan.

Update: To bring buyers and sellers together, the fair offers a guided tour through the halls on the first day (November 16, 2016) at 11 o’clock in the morning. If you are interested please contact Joanna Sypniewska (Mail),
Tel: +48 61 869 22 16. Participation is free.

Latest news: At the moment, the list of exhibitors includes more than 150 companies (from 18 countries), of whom two thirds are foreign firms, among them Cereser Marmi, Ernst Strassacker, F.S.E., Granits, H.M Tarn Granit, International Stone Expert, Ls Marmi Scala and Sati Exports India.
 

Ci sono ben tre motivi per i quali vale la pena di visitare Poznań e partecipare alla fiera STONE (16-19 novembre 2016) e sono i seguenti: il boom nel settore dell’edilizia nella parte orientale dell’Europa centrale, una fortissima domanda di lapidi e la vicinanza della Germania.

Una buona situazione economica

Negli ultimi anni, in Polonia abitata da 38,5 milioni di persone, si notano bene dei buoni risultati economici. Secondo l’annuario statistico „Industria di Lavorazione della pietra 2016″, redatto da una ditta italiana, la IMM Carrara, nell’anno 2015 la Polonia attendeva una crescita del PIL su livello di 3,5% in relazione all’anno precedente.

Per lo stesso periodo veniva previsto un aumento di 7% degli investimenti nel settore edile.

Anche la GTAI, un’organizzazione tedesca attiva nel commercio estero, è arrivata alle stesse conclusioni – per l’anno 2015 prevedeva la crescita del PIL di 3,4% in modo tale da arrivare nell’anno 2017 alla soglia del 4%.

La Commissione Europea era un po’ meno entusiasta pronosticando la crescita del PIL su livello di 3,3% all’anno.

Una delle cause di un tale trend sono i 125 miliardi di euro che la Polonia riceverà dall’Unione Europea a partire dall’anno 2020. Secondo la prognosi della GTAI tedesca tale soluzione dovrebbe comportare un ulteriore aumento dell’importazione su livello di circa 25% entro il 2017.

Grazie all’aumento degli stipendi dovrebbe crescere d 3% anche il consumo privato. I consumatori privati dedicheranno una parte di questi soldi per la costruzione delle case e l’ammodernamento di quelle vecchie.

Forti tradizioni cattoliche

La Polonia è un paese cattolico che coltiva le tradizioni religiose, perciò le lapidi rappresentano uno standard su ogni tomba. Nel corso degli ultimi decenni il granito ed il marmo venivano forniti sul mercato polacco prevalentemente dall’India e dalla Cina.

Forti tradizioni cattoliche.Forti tradizioni cattoliche.

Le aziende di lavorazione delle pietre scelgono soprattutto dei blocchi di pietra da cui possono ricavare le lapidi.

Le persone che hanno perso i parenti non sono interessate più solo di lapidi di colore grigio e nero, ma molto più frequentamene richiedono strutture nuove di qualche colore esotico.

Vicinanza della Germania

L’ultimo dei motivi è la breve distanza di appena 300 km tra Poznań e la capitale della Germania – Berlino, le quali città sono collegate da un’autostrada di qualità. Il percorso in treno richiede solo 2 ore e mezzo.

Gli entrambi paesi limitrofi sono ben legati economicamente e tutti e due sono membri dell’UE. Tuttavia, la Polonia non fa parte dell’area dell’euro e continua ad usare una propria valuta – zloty polacco (1 USD = 3,789 PLN).

Fiera dell’Industria di Lavorazione della pietra STONE a Poznań, Polonia, 16-19 novembre 2016.
Contatti: Hanna Lisiecka, Mail, +48 61 869 26 77

(28.10.2016)