Mercati: leggermente in calo il consumo di pietre in Germania

Stone+tec in primavera: alcuni uccelli hanno nidificato nei portaceneri dell’area fieristica.(Giugno 2009) Osservazione al margine della fiera Stone+tec a Norimberga: per fare si che sia tutto pulito, cosa alla quale i tedeschi ci tengono, nell’area fieristica erano stati posti dei portacenere di un nuovo tipo. I fumatori, però, non potevano utilizzare questi contenitori: siccome la fiera si svolgeva in primavera alcuni uccelli hanno nidificato proprio lì. Con la preoccupazione per la natura che caratterizza i tedeschi, si chiedeva con cartelli in due lingue di rispettare gli animaletti.

Le attuali statistiche sull’industria lapidea tedesca sono state presentate dal Deutsche Naturwerkstein-Verband (DNV). Complessivamente c’è stato, nel 2008, un calo nel consumo (nel valore: – 9,5, %, nella quantità: – 4,8 %). Anche le importazioni e la produzione interna sono diminuiti. C’è stato, invece, un aumento nelle esportazioni (vedi tabella).

La Stone+tec ha dovuto registrare dei cali consistenti quest’anno: secondo i dati provvisori dell’ente fiera sono venuti 34.000 visitatori (2007: più di 40.000). Gli espositori erano 800 (2007: 961) provenienti da più di 40 paesi (vedi tabella). La prossima Stone+tec si svolgerà a fine maggio/inizio giugno 2011.

Sono stati assegnati, durante la fiera, due premi: il Naturstein-Preis (tedesco) per architetti e il Peter-Parler-Preis per i lavori di scalpellini nella cura dei monumenti storici.