Cina: „Il nostro obbiettivo più importante è quello di aumentare il consumo interno delle pietre naturali“

Nel mese di novembre 2013, la terza sessione plenaria del comitato centrale del partito comunista della Cina (CCCPC) ha preso delle decisioni importanti per la direzione del futuro economico del paese. Zou Chuansheng, presidente dell’ associazione delle pietre naturali (China Stone Material Association *), ha parlato con Peter Becker di Stone-Ideas.com degli effetti di queste decisioni sul settore lapideo della Cina.

 
Stone-Ideas.com: Una delle novità più importanti sarebbe quella di aumentare il consumo interno, questo lo hanno rapportato dei media occidentali dalla sessione plenaria. Che cosa significa questo per il settore delle pietre naturali?

Zou Chuansheng: La richiesta interna ha sempre rappresentato il mercato più importante per l’industria lapidea della Cina, riferendosi, da sempre, ad un 85-90% dei nostri fatturati. Secondo lo spirito della terza sessione plenaria si tratta ora del fatto di ampliare questa richiesta, per esempio nel settore delle creazioni con la pietra. Per questo scopo svilupperemo una serie di prodotti standardizzati per l’arredamento degli interni e per il design.

 
Stone-Ideas.com: Come sarà strutturato il marketing per il mercato interno?

Zou Chuansheng: Noi prestiamo particolare attenzione ai rapporti dei media sulle presunte emissioni di radioattività delle pietre naturali. Sulla base del code per inquinamento in spazi interni (**) dobbiamo diffondere il messaggio che la pietra naturale è un materiale pulito ed inoffensivo. Per questo abbiamo pubblicato il libro bianco del marmo 2013. La China Stone Material Association svolgerà, inoltre, insieme a delle imprese, diverse attività per avvicinare i consumatori alle caratteristiche importanti della pietra per quanto riguarda l’eleganza e la nobiltà.

 
Stone-Ideas.com: Che cosa succede da parte della produzione?

Zou Chuansheng: Detto in breve, si tratta di consumo responsabile delle risorse, una progettazione migliore nelle cave, modernizzazione della tecnologia, riduzione del consumo energetico, meno inquinamento. La Cina deve diventare una società ecologica, ed il settore delle pietre naturali sarà parte di questo sviluppo. Per questo motivo tutte le imprese nel nostro settore devono rispettare i nuovi regolamenti sulla Produzione Pulita (***) che abbiamo pubblicato l’anno scorso.

 
Stone-Ideas.com: In che modo trasportate queste idee nella realtà delle imprese?

Zou Chuansheng: Poco fa la nostra associazione ha organizzato una tavola rotonda con cinque delle imprese lapidee più importanti (****). Questi agiranno come precursori della modernizzazione, cioè dimostreranno come si possono realizzare gli obbietti prefissati.

 
Stone-Ideas.com: Prima aveva nominato l’aumento del consumo interno come obiettivo primario. Date meno importanza alle esportazioni?

Zou Chuansheng: Naturalmente è la nostra intenzione mantenere le esportazione su un livello alto. Alcune delle nostre attività saranno indirizzate di più in direzione dei così chiamati paesi emergenti.

 
Stone-Ideas.com: Come sono andate le cose per il settore lapideo della Cina nell’anno scorso?

Zou Chuansheng: Fino alla fine di novembre 2013 la produzione aveva raggiunto un aumento del 21,4% rispetto all’anno precedente, le esportazioni erano cresciute del 21,5%, le importazioni del 18,6% e il consumo interno delle pietre naturali del 18,9%.

 

* La China Stone Material Association è l’associazione nazionale del settore lapideo. Ne fanno parte circa 1000 imprese, dal produttore al trasformatore al commerciante. La partecipazione è volontaria.

** Code for Indoor Environmental Pollution Control of Civil Building Engineering (GB50235-2010, VERSION 2013)

*** code no. CSBZ001-2013

**** Bestcheer, UMGG, Xishi, Kangli, Wanlistone

Xiamen Stone Fair, 06 al 09 marzo 2014

Stonetech, Beijing, 28 al 30 aprile 2014

See also:

 

 

 

 

(24.02.2014)