www.stone-ideas.com

Store di Boglioli a Milano: „un‘atmosfera che si riallaccia ad un’epoca di opulenza e di grandezza”

Tre ditte conosciute si sono incontrate per questo store: Boglioli, produttore di moda maschile italiana, come committente; Dimore Studio come designer dell’arredo, e Alfredo Salvatori per i lavori in pietra naturale. L’indirizzo del negozio ha anche un nome che suona bene: Via San Pietro All’Orto, 17. Questo ha portato anche al fatto che gli interessati non sono molto più distanti l’uno dall’altro di quanto si possa percorrere a piedi. Naturalmente parliamo qui del centro di Milano.

Di „un‘atmosfera che si riallaccia ad un’epoca di opulenza e di grandezza”, si parla nel comunicato stampa di Alfredo Salvatori.

Di „un‘atmosfera che si riallaccia ad un’epoca di opulenza e di grandezza”, si parla nel comunicato stampa di Alfredo Salvatori.

Il pavimento è in marmo Botticino, sul quale sono state posate delle strisce marcate in Rosso Levanto.

Il pavimento è in marmo Botticino, sul quale sono state posate delle strisce marcate in Rosso Levanto.

Osservando l’arredamento con un focus sulle pietre naturali, si nota un pezzo forte.

Osservando l’arredamento con un focus sulle pietre naturali, si nota un pezzo forte: nelle immediate vicinanze dell’ingresso si trova una parete rivestita con il marmo Giallo Siena (pietra calcarea) nelle dimensioni di 4,73 m di altezza per 2,84 m di larghezza. La parete è composta da quattro elementi singoli (rispettivamente 2,365 m x 1,42 m). Ogni elemento pesa circa 130 kg.

Nelle immediate vicinanze dell’ingresso si trova una parete rivestita con il marmo Giallo Siena (pietra calcarea) nelle dimensioni di 4,73 m di altezza per 2,84 m di larghezza.

Già non è facile trovare dei blocchi di una lunghezza intorno ai 3 m. Tagliare questi blocchi poi in lastre di 2 cm di spessore, neanche. Trasportare e montare in seguito formati di questo genere, è un tema a parte. Infine: le strutture evidenti della pietra sono state combinate in modo che disegnino delle linee continue su tutta la parete (a macchia aperta). Le strutture ricordano un po’ dei boomerang.

Anche i lati corti della parete sono stati rivestiti con la pietra. Qui le lastre hanno una larghezza di 90 cm di larghezza e la stessa altezza.

Boglioli

Alfredo Salvatori

Dimore Studio

Foto: Dario Tettamanzi

Alfredo Salvatori, Kengo Kuma: „Ishiburo“.

Cambio di argomento: l’architetto giapponese Kengo Kuma aveva scelto la pietra calcarea Crema d’Orcia di Salvatori per dedicarsi per la prima volta al design di prodotto. „Ishiburo“, così si chiama la sua collezione per il bagno, con vasca, doccia, lavandino e accessori.

Alfredo Salvatori, Kengo Kuma: „Ishiburo“.

La creazione vuole creare l’impressione dell’acqua che scorre sulla pietra.

Alfredo Salvatori: „Filo“. Alfredo Salvatori: „Stiletto“.

„Plug&Play“, così Salvatori chiama un altro sviluppo che permette di istallare in modo facile e veloce degli elementi nel bagno. Plug&Play viene applicato nel piatto doccia „Filo“ o nel lavandino „Stiletto“.

Alfredo Salvatori: „Rombo“ (a sinistra: Pietra d’Avola, a destra: marmo Carrara).Alfredo Salvatori: „Chevron“ (Pietra d’Avola).

„Romboo“ e „Chevron“ sono delle superfici nuove.

Alfredo Salvatori: „Silo“.

„Silo“ è una lampada a pendolo rispettivamente in Marmo Carrara e Pietra d’Avola.

Foto: Alfredo Salvatori

See also:

 

 

 

 

(20.12.2014)