www.stone-ideas.com

Il designer svedese Erik Olovsson ha messo in scena i tanti contrasti tra vetro e pietra naturale

Erik Olovsson, Studio E.O: „Indefinite Vases“.

I „Indefinite Vases“ (Vasi indefiniti) sono delle piccole sculture, utilizzabili anche per portare dei fiori

Con questi vasi in vetro e pietra naturale del designer svedese Erik Olovsson di Studio E.O, la canzone dei contrasti può essere cantata addirittura in più versi: il vetro è plasmabile e fluttuante, mentre la pietra è rigida e angolare, il vetro è disponibile in forme organiche, la pietra in forme esatte e geometriche, il vetro è (solitamente) traslucente, la pietra è opaca, il vetro è fragile, la pietra è estremamente dura, etc..

Erik Olovsson, Studio E.O: „Indefinite Vases“.

Diciamolo semplicemente così: i pezzi della collezione „Indefinite Vases“ (Vasi indefiniti) sono delle piccole sculture utilizzabili anche per portare dei fiori.

Erik Olovsson, Studio E.O: „Indefinite Vases“.

I pezzi vengono prodotti su ordinazione, se non sono disponibili in magazzino, e spediti dalla Svezia. Su richiesta possono essere utilizzati anche altri materiali di quelli mostrati sulle foto, e si realizzano anche altre forme. I prezzi si aggirano tra 550 e 1450 € (630 e 1660 US-$).

Erik Olovsson, Studio E.O: „Indefinite Vases“.

Il designer precisa anche, come bisogna aggiungere sempre nel caso di opere d‘arte: „Consideri per favore, che ci possono essere delle piccole variazioni di misure e colori, perché il vetro viene soffiato a mano.“

In questo caso vetro e pietra naturale sono allineati: anche per marmo, granito e co. le variazioni tra i vari pezzi sono normali.

Studio E.O

Foto: Gustav Almestål

Erik Olovsson, Studio E.O: „Indefinite Vases“.

See also:

 

 

 

 

(20.06.2016)