www.stone-ideas.com

Appunti breve

(Agosto 2012) La fiera Expostone a Mosca ha registrato un incremento della superficie espositiva nella sua 13^ edizione (dal 19 al 22 giugno) rispetto all’ anno precedente da 500 m² a 10.700 m², questo hanno comunicato gli organizzatori. Hanno esposto 363 ditte provenienti da 22 paese. Sono 80 ditte in più rispetto all’ anno precedente. Dalla Russia provenivano 158 espositori (43%), seguita dalla Cina con 86, dall’Italia con 48 e dalla Turchia con 14.  

Un boom dell’ediliza continuo lo sta vivendo la Svizzera. Vengono realizzati dei progetti innanzitutto nell’edilizia residenziale (tedesco 1, 2).

Su macine, gradini e marmette antiche si è specializzata la ditta polacca Old Original.

I cerchi olimpici in pietra calcarea di Portland sono stati posizionati poco fa in Weymouth sulla costa britannica, dove si svolgono le competizioni di vela. I cerchi sono stati prodotti dalla ditta Albion Stone. La stessa ditta ha fornito anche il rivestimento per le case nel villaggio olimpico di Portland.

Angelo Mangiarotti, che si è occupato molto di pietre naturali in veste di architetto e designer è morto a luglio all’ età di 91 anni. Ha dato delle forme eleganti a numerosi oggetti in pietra per la vita quotidiana, come il lavandino „Lito“ o il tavolo „M4“, sfruttando le possibilità della tecnologia più avanzata.  

„Learning stone in Carrara“ è stato il titolo di un corso estivo organizzato dalla IMM Carrara dal 23 giugno al 10 luglio per studenti provenienti dall’Arabia Saudita. Hanno partecipato 9 persone del College of Architecture and Planning dell’Università di Riyadh.

Il marmo e le sue applicazioni più ardite ed innovative sone il tema de „Le Mani: eccellenza in Versilia“, l’originale esposizione di Arte e Design ospitata al 2 settembre nella Cappella della Villa Medicea di Seravezza e negli spazi del giardino.

Video del mese: la crosta terrestre reagisce al riscaldamento del clima? Si, dice il professore statunitense Bill McGuire nel suo libro „Waking the Giant“: Egli indica la fine dell’ultima era glaciale di circa 10 000 anni fa, quando si è sciolto il ghiaccio nell’area delle calotte polari causando degli spostamenti dei carichi nella crosta terrestre con conseguenti terremoti e attività vulcanica. A causa del crescente livello del mare sarebbero possibili anche degli scivolamenti di pendii con Tsunami, così dice il ricercatore. (Video 1, 2).