www.stone-ideas.com

„La Cantatrice“ e „Le Forme dei Marmi“

„La Cantatrice“, firmata da Daniel Bragoni.

(Agosto 2013) Fra le opere più significative presentate nell’ambito di Carrara Marble Weeks 2013 c’è La Cantatrice, firmata da Daniel Bragoni, collocata nella Piazza delle Erbe, ed è il frutto artistico dell’incontro fra un artista e un «cavatore». Bragoni, infatti, è lo scultore che «sceglie» con cura il suo marmo, trova il materiale che risponde alle sue esigenze ed inizia un percorso artistico assieme a un’azienda, la Marmo Canaloni, dove ha come interlocutore Fulvio Guadagni (vedi sopra).

Al MuSA, il Museo Virtuale della Scultura e dell’Architettura, di Pietrasanta al 1 settembre ha luogo il secondo capitolo della mostra „Le Forme dei Marmi. La Versilia Medicea, 500 anni dopo. Sacro e Profano nella contemporaneità“. Nel contesto delle celebrazioni dedicate al 500° anniversario del Lodo di Leone X, vero e proprio atto di fondazione dell’autonomia amministrativa versiliese all’interno del territorio mediceo, la mostra completa il percorso iniziato negli spazi delle Scuderie Granducali di Palazzo Mediceo a Seravezza.

Se la mostra di Seravezza affronta prevalentemente la produzione religiosa, committenza costante e plurisecolare fin dai tempi dei Medici, di opere e manufatti tratti dalla lavorazione del marmo e della pietra, la mostra di Pietrasanta completa il percorso mostrando le applicazioni laiche della creatività degli artisti e degli artigiani. Le due mostre insieme rappresentano due distinte anime: quella sacra e quella profana non in contraddizione tra loro, ma complementari. L’una rivolta al senso del divino, l’altra più orientata al mercato, quindi all’estetica e alla forma-funzione.

„Le Forme dei Marmi“

Fonte: Comunicato stampa

(09.08.2013)