Gioielli in pietra naturale: „Minimalistico ma femminile“

Valeria Eva Rossi: „Geiko“ collection.

(Novembre 2013) „Pietraquadra“, così Valeria Eva Rossi chiama i suoi gioielli in pietra naturale. Il nome ha valore simbolico: forme semplici come il quadrato, il rettangolo o il cerchio sono quelle disegnate da lei. „Minimalistico, ma femminile“, così abbozza il pensiero base distinguendosi con questo chiaramente da ciò che i designer di moda portano il sfilata.

Valeria Eva Rossi: „Geiko“ collection.

Per quanto riguarda la parola „pietra“ nel nome del marchio, la designer è altrettanto decisa: dopo qualche tentativo con il travertino locale si è dedicata completamente al marmo, quello bianco proveniente dalla regione intorno a Carrara e il Black Belgium (dal Belgio), perché in Italia non ci sono dei tipi di marmo nero.

Valeria Eva Rossi: „Geiko“ collection.

Valeria Eva Rossi ha studiato architettura e ha lavorato per un periodo in questa professione. Già allora erano le forme semplici quelle che la entusiasmavano. Ha conosciuto anche le pietre naturali nell’architettura. Rientrata dalla Francia in Italia, si è rivolta al design di gioielli.

Nelle sue creazioni vuole far risaltare il materiale conferendogli un’ulteriore effetto attraverso la lavorazione.

Valeria Eva Rossi: „Geiko“ collection.

I contrasti attraversano le sue creazioni come un filo rosso, per esempio quando affianca la pietra dal prezioso metallo argento o da passamaneria elaborata con dei cristalli „Secondo me i contrasti creano un’energia che la gente riesce a percepire, forse in modo inconsapevole”, così ci scrive.

Valeria Eva Rossi: „Geiko“ collection.

Valeria Eva Rossi: „Geiko“ collection.

I suoi disegni vengono realizzati da artigiani locali. I lavori in pietra vengono fatti da degli scalpellini del Carrara Ateliers. Devono lavorare in modo molto fine, perché gli elementi sono sottili e inoltre abbastanza piccoli: come quadrato misurano 55 x 55 mm, come rettangolo 70 x 35 mm, come cerchio hanno un diametro di 70 mm. I lavori d’ argento vengono eseguiti da degli orafi a Firenze, i fili vengono messi nella forma desiderata da degli artisti torinesi.

Valeria Eva Rossi: „Wedding“ collection.

Da poco, Valeria Eva Rossi è uscita con la sua nuova collezione „Geiko“. „Geiko sta per Geisha, nel termine più nobile della parola“, così spiega, „alla base è la sensibilità orientale che circonda perfettamente le linee semplici dell’ Art Deco“

Pietraquadra

Foto: Valeria Eva Rossi

Valeria Eva Rossi.(07.11.2013)