Un muro a secco spesso si trascina come serbatoio di calore attraverso la casa

Con piccoli blocchi di pietre naturali l’architetto tedesco Anton Graf ha progettato una casa in Portogallo in modo insolito.

(Dicembre 2013) Nel sud, dove fa caldo quasi tutto l’anno e per questo motivo si costruiscono case senza muri esterni di grandi spessori, le abitazioni hanno spesso un alto fabbisogno energetico: le pareti infatti non trattengono bene nelle stanze il calore o rispettivamente il freddo dell’aria condizionata.

Il muro attraversa la casa come una spina dorsale ed è stato costruito in pietra naturale massiccia.

L’architetto tedesco Anton Graf ha dato ad una casa singola a Negreiros a Portogallo, per questo motivo, un muro interno: il muro l’attraversa come una spina dorsale ed è stato costruito in pietra naturale massiccia, e può assorbire quindi tanta energia e immagazzinarla.

Inoltre conferisce un fascino particolare all’ edificio con l’aspetto di un padiglione basso in vetro, cemento armato e acciaio: i massi di granito hanno una superficie grezza, piacevole al tatto. Le superfici di questo tipo sono di uso comune negli edifici storici della zona.

La casa era stata nominata per il premio tedesco delle pietre naturali di quest’anno, il Deutschen Natursteinpreis. Alla costruzione ha partecipato l’architetto portoghese António Novais Madureira.

Una delle particolarità del muro è che è stato costruito a secco senza malta.

Una delle particolarità del muro è che è stato costruito a secco senza malta: si tratta di piccoli blocchi di 130 cm di lunghezza x 45 cm di altezza x 30 cm di spessore, semplicemente messi una sopra l’alto. Sono arrivati tagliati in modo sufficientemente preciso da una cava di circa 200 km di distanza.

Si tratta del granito Amarelo de Luzelos scelto per la sua colorazione e graniglia.

Una casa con una spina dorsale di questo tipo necessita però di una suddivisione particolare. Qui infatti è percorsa da un corridoio su entrambi i lati del muro...,

... dal quale si raggiungono gli spazi della zona giorno e, dall’altra parte, della zona notte..

Una casa con una spina dorsale di questo tipo necessita però di una suddivisione particolare. Qui infatti è percorsa da un corridoio su entrambi i lati del muro, dal quale si raggiungono gli spazi della zona giorno e, dall’altra parte, della zona notte.

Il muro stesso è prolungato oltre l’edificio.

Dietro alla casa si trova la parte della piscina, davanti l’accesso con garage, giardino e ufficio.

Il muro stesso è prolungato oltre l’edificio. Dietro alla casa si trova la parte della piscina, davanti l’accesso con garage, giardino e ufficio.

Il 90% del fabbisogno energetico del riscaldamento a pavimento viene coperto dai collettori solari, così ci scrive l’architetto. Questo viene raggiunto anche attraverso l’isolamento termico.

I lavori in pietra sono stati svolti dalla ditta Zedasiães Granitos.

Anton Graf Architekt (tedesco)

Foto: Luis Oliveira Santos, Aveíro

La casa era stata nominata per il premio tedesco delle pietre naturali di quest’anno, il Deutschen Natursteinpreis.

(11.12.2013)