www.stone-ideas.com

Bozze per design di pietre naturali sotto pressione per il tempo

Ewa Fabińska, Olga Guz: „Mozdzierz z Deska do Krojenia“ (Mortaio con tagliere per piante aromatiche).

Sono sempre più numerosi i paesi nei quali le associazioni delle pietre naturali e le imprese si impegnano per creare dell’interesse per il proprio materiale. La rivista tecnica polacca Nowy Kamieniarz ha trovato un percorso particolare, insieme alla fiera „Stone“, che si è svolta dal 26 al 29 di novembre a Poznań. Al centro dell’iniziativa c’era un workshop durante due giorni di fiera alla fine del quale gli studenti dovevano presentare le loro idee per il design di prodotti o rispettivamente per l’architettura con le pietre naturali.

Partiamo dall’ inizio: Maciej Brzeski, redattore capo di Nowy Kamieniarz, assieme al redattore Szymon Paz avevano avviato già due volte, negli anni scorsi, delle iniziative di questo genere. Questa volta sono riusciti a coinvolgere le accademie pubbliche delle belle arti di Varsavia e di Łódź e la scuola privata di design di Poznań.

I nomi delle istituzioni sono: Akademia Sztuk Pięknych w Warszawie (The Academy of Fine Arts, Warsaw, Faculty of Interior Design); Akademia Sztuk Pięknych im. W. Strzemińskiego w Łodzi (Strzemiński Academy of Arts Łódź, Faculty of Industrial and Interior Design); School of Form, Poznań.

La prima tappa del progetto si è svolta in anteprima alla fiera: in questo ambito, i docenti hanno fornito delle conoscenze base sulle pietre naturali.

I giovani si sono recati in fiera per 2 giorni, visitando gli stand degli espositori di pietre naturali, di attrezzi e di macchinari. In questa seconda fase gli studenti hanno avuto un’impressione immediata del materiale e anche delle possibilità della lavorazione.

Questo passaggio era necessario, perché oggigiorno le pietre naturali sono quasi sconosciute ai giovani, come si legge nella documentazione di questo progetto.

Durante il primo pomeriggio Peter Becker di Stone-Ideas.com ha tenuto un convegno con il titolo “Ciò che la pietra può fare e cosa no“, con numerose idee di design raccolte in tutto il mondo. Il convegno ha dato delle indicazioni sul luogo in cui si possono trovare delle idee per prodotti con le pietre naturali e come si possono sviluppare.

Dopo questo passaggio si è fatto sul serio: entro il pomeriggio seguente dovevano essere consegnate le bozze come disegno. Una giuria ha scelto 6 tra queste idee, che verranno sviluppate in collaborazione con delle ditte come prototipi.

Questi prototipi, questo è l’obbiettivo, verranno presentati al pubblico durante la fiera Stone+tec (dal 13 al 16 maggio 2015) a Norimberga. A questo punto entra in gioco anche la fiera come ulteriore partner di cooperazione. Durante la Stone+tec il manager di progetto Willy Viethen si impegna per portare nuovi impulsi nel settore delle pietre.

Alcune imprese hanno sponsorizzato il progetto.

Vi mostriamo le 6 bozze scelte dalla giuria.

Nowy Kamieniarz (polacco)

Stone, Poznań 2015 (dal 18 al 21 novembre)

Patrycja Olzewska: „The touchy beans“ (pietre con diverse superfici a forma di fagiolo, per conferire ai bambini ciechi una sensazione per il materiale).Paulina Ludynia: „Organizer dla Hoteli“ (Organizer per l‘albergo).Katarzyna Foƚtyn: „Pltka decoracyjna“ (piastrella in 3-D).Anna Wawszczak, Monika Kocot: „Stojak na Parasol“ (porta ombrello).Kornelia Kulik: „Kamienne Szachy“ (scacchi in pietra. Sopra sulle figure sono indicate le mosse possibili).

See also:
   yKamien-Stone11-6
 

 

 

 

(12.02.2015)