www.stone-ideas.com

Appunti brevi

Il famoso cemento degli antichi Romani (Opus caementititum) è stato scoperto forse quando osservavano dei processi naturali quando si incontravano calcio e cenere vulcanica, così scrive Per Storemyr nel suo blog. L’archeologo ed esperto per l’utilizzo di pietre naturali nei tempi antichi esamina in quell’ occasione in modo critico un testo nella rivista scientifica New Scientist.

Tavoli in marmo, la cui superficie assomiglia ad un pezzo di tessuto gettato casualmente, li ha creati il designer americano Sean Knibb e li ha fatti produrre a Carrara.

Dei menu esclusivi con una copertina rivestita con un’ardesia ultrasottile li produce la ditta austriaca Reischl.

Foto: Luca Santiago MoraPanchine a modo del codice Morse ci sono nel recentemente aperto Danish Maritime Museum a Helsingör. Gli oggetti sono stati prodotti in Cina con del granito locale cinese. Le idee per le panchine sono dei designer di Kibisi. Il museo spettacolare si trova sotto terra nell’ ex carenaggio (1, 2).

Un nuovo tipo di mattoni sembra che si possa produrre da scarti industriali con un basso consumo energetico durante la produzione. I mattoni sono stati sviluppati da ricercatori del Massachussetts Institute of Technology (MIT) negli USA. Un cemento che si autoripara è stato presentato dalla TU Delft (1, 2).

La nuova ala del hotel Santa Chiara, a Venezia è un grande cubo bianco di marmo e causa polemiche (1, 2).

La Stone Foundation degli USA organizzerà a gennaio 2016 un Stonework Symposio con lavori pratici e convegni.

Una cartina panoramica sulle pietre naturali tedesche è ora disponibile come poster nel formato 65,3 x 92,5 cm. La cartina mostra quasi 200 giacimenti e nomina i tipi di pietra lì presenti. Disponibile ad un prezzo di 14,90 € tramite il webshop della rivista Naturstein (tedesco).

„Abirochas em Notícia“, così si chiama la rivista dell’associazione delle pietre naturali brasiliane, ora disponibile nella seconda edizione, di recente anche in inglese.

Video del mese: fra poco terminerà l’estate sull’emisfero settentrionale. „Temporary trees“ (alberi temporanei) di Raw Color e Mkgk.

(17.08.2015)